La vera trasformazione

La vera trasformazione

La vera trasformazione di questo pianeta avverrà quando le persone comprenderanno il vero significato della morte fisica, quando comprenderanno cos’è davvero, quando sparirà la visione legata al melodramma e si attiverà la visione vera dell’esperienza.

E’ comprensibile e rispettabile il dolore legato al distacco fisico, ma non il dispiacersi del momentaneo concludersi del cammino terreno. Sento troppo spesso dire “poverino .. poverina è morto .. è morta”. Non lo è affatto. Ha solo cambiato forma quindi non c’è nessun motivo per dire questo.  La corretta interpretazione è dire “ha terminato ciò che doveva fare qui o almeno per il momento” e questo vale anche per gli animali, nessuno escluso.

E’ corretto aggiungere inoltre che ogni anima parte quando deve farlo. Nulla è casuale, nulla è legato al caso o alla sfortuna o per colpa di .. E’ stato scelto e deciso che abbandonasse il corpo in quel preciso momento per motivi che per voi potrebbero essere incomprensibili, o per motivi che non vi è dato sapere ma c’è una motivazione ben precisa, una motivazione evolutiva che nulla ha a che fare con il dispiacersi anzi il fine è sempre positivo.

L’universo ha scopi di crescita, non di castigo, quello lasciamolo alle religioni che hanno ben confezionato queste etichette di angoscia e dramma assolutamente inutili che esistono solo qui in questo pianeta. Solo qui la morte fisica viene vissuta in questo modo negativo, che poi il distacco fisico tra le dimensioni non è reale, è illusorio anch’esso, perché tutto cammina parallelamente, fianco a fianco tra le varie frequenze di manifestazione. 

[M.M.]



Call Now Button